Varie
Regeni, invio ambasciatore suscita perplessità
18 agosto 2017

La decisione del ministro Alfano di inviare nuovamente l’ambasciatore italiano al Cairo suscita una serie di perplessità: saranno solo eventuali risultati celeri a dimostrare che si è trattato di una decisione dettata da ragioni giuste, e non un atteggiamento cedevole nei confronti dell’Egitto.

Alla famiglia Regeni dobbiamo un impegno massimo, soprattutto nella nostra regione. La ricerca di verità e giustizia sulla brutale uccisione del nostro corregionale non può limitarsi a uno slogan, ma va perseguita con coraggio e determinazione. La decisione del Governo di inviare un nuovo rappresentante diplomatico in Egitto non mi convince del tutto, ma auspico di potermi ricredere davanti a un eventuale svolta nelle indagini.

Una resa del nostro Paese davanti all’Egitto per ragioni di opportunità politica o economica  è un’eventualità che non voglio nemmeno mettere in conto. Quindi mi auguro che, come dichiarato dal premier Gentiloni, dietro a questa scelta vi sia la reale convinzione che ciò potrà contribuire alla ricerca della verità.

La mia vicinanza alla famiglia, che ho avuto modo di incontrare e invitare al Parlamento europeo, è forte. La nostra comunità non deve lasciare soli i genitori di Giulio, che hanno il sacrosanto diritto di ricevere risposte chiare sull’assassinio del loro figlio. A loro, in questo momento difficile, va la mia totale solidarietà.

REGENI: EUROPA NON PUO’ GIRARSI DALL’ALTRA PARTE

La decisione del ministro Alfano di inviare nuovam...

Read more

VIOLENZA SULLE DONNE: DA D’ANNA PAROLE DEMENZIALI E PERICOLOSE, NON VIVIAMO NELLA SAVANA

La decisione del ministro Alfano di inviare nuovam...

Read more

M5S: AUGURI AI GRILLINI PER DIECI ANNI DI NIENTE

La decisione del ministro Alfano di inviare nuovam...

Read more